fogliettini

cose da condividere

I miei primi Carciofi con Patate (e mozzarella)

Ho sempre pensato che i carciofi fossero troppo laboriosi da cucinare per la sottoscritta, quindi non lo avevo mai fatto prima. Inoltre non si trovano molto facilmente a Londra, essendo un tipo di verdura tipicamente mediterraneo, dunque diciamo che ci avevo un pò messo una pietra sopra (al carciofo). Recentemente però ho visto che il supermercato online dal quale mi servo abitualmente ha ora diponibili nei suoi scaffali virtuali i carciofi pugliesi… oh gioia! Il richiamo di un contorno di carciofi e patate è stato irresistibile!

Ed eccomi in cucina con due bei carciofoni e determinazione…

Prima domanda: come si puliscono in carciofi? E qui Internet si rivela utile in tutto il suo splendore; ho cercato un aiutino in rete e mi sono affidata a questi video:

- How to Clean Artichokes (in English).

- Come Pulire i Carciofi, Scuola di Cucina di GialloZafferano.it

Va detto che su YouTube si trovano anche dei video pessimi, che potremmo intitolare “prendi un carciofo e praticamente buttalo via”, quindi fate attenzione: l’importante è eliminare le spine, le parti dure e la peluria interna.

Ho pulito i carciofi e li ho lasciati a bagno in acqua e succo di limone per circa 20 minuti, giusto il tempo di pelare e tagliare le patate e uno spicchio d’aglio.

In un tegame ho fatto rosolare brevemente lo spicchio d’aglio in olio extra-vergine di oliva e ho aggiunto quasi subito le patate, che si sono rosolate e insaporite. Tenete la fiamma a fuoco medio e aggiungete un filo d’acqua bollente per evitare che le patate si attacchino. Dopo alcuni minuti aggiungete i carciofi tagliati a spicchi e un poco di vino bianco; lasciate evaporare l’alcol senza coprire la pentola. Se necessario aggiungete altra acqua. Insaporite con  sale, pepe macinato fresco e peperoncino in polvere; io ho aggiunto anche del prezzemolo.  Abbassate un poco la fiamma e coprite il tutto con il coperchio del tegame, sempre lasciando un spiraglio perché fuoriesca il vapore in eccesso. Lasciate cuocere fino a quando le patate e le foglie più esterne dei carciofi raggiungono la morbidezza desiderata. Ricordate di controllare la cottura di tanto in tanto.

Ed eccovi l’esperimento riuscito! Insomma, per essere la prima volta il mio palato è stato molto contento. Ho completato il pranzo con una mozzarella fresca, meglio se di bufala, che potete vedere immortalata in perfetta armonia con i suoi nuovi amichetti vegetali. Si tratta di un piacevolissimo e salutare pasto di primavera.

Buon appetito!


Categorised as: Food


5 Comments

  1. Rossana says:

    Deb sei un mito! Adoro i carciofi e qui a Londra ne sento proprio la mancanza. Il sito di cui parli e’ sempre nifeislife.com?

    • floatingdeb says:

      Mitica Ross! In realtà li ho trovati a un prezzo ok su ocado.com, però ora quell’offerta è finita! Erano pure pugliesi! Se la rifanno te lo dico :)

  2. annamaria says:

    li sto appena cucinando credo che saranno buoni

  3. cristina says:

    Debora…che bravaaaaa…che buoni…li faro’ anche io seguendo le tue indicazioni!!!
    Baci,
    Cri

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: